isolamento acustico
, , ,

Isolare acusticamente un’abitazione significa limitare la diffusione del suono. Il rumore proveniente dal traffico, vicini fastidiosi e cantieri edili in lavorazione sono solo alcuni esempi di inquinamento acustico.

Gli interventi variano in base all’obiettivo: assorbire il rumore nel caso di ambienti chiusi o isolare il rumore proveniente dall’esterno. Inoltre, prima di iniziare i lavori si andrà a verificare quali sono le zone in cui si ha una forte dispersione sonora per agire al meglio.

Isolamento acustico

Materiali fonoassorbenti e fonoisolanti

I materiali fonoassorbenti sono caratterizzati dalla capacità di assorbire le onde sonore all’interno di un ambiente chiuso riducendo il rimbombo o l’eco. I pannelli fonoassorbenti possono essere classificati in naturali, vegetali e sintetici. Tra i più diffusi troviamo la lana di roccia e la lana di vetro.

I materiali fonoisolanti sono in grado di isolare i suoni provenienti dall’esterno impedendo a questi di propagarsi all’interno degli ambienti domestici. Questi pannelli sono utilizzati per garantire l’isolamento acustico dei rumori esterni. Esempi di materiali fonoisolanti sono il gesso, la fibra di cotone e le fibre minerali unite a specifiche resine.

Infine, il cartongesso, insieme ad altri materiali permette di ottenere un buon livello di fonoisolamento.

Come agire per l’isolamento acustico

Vediamo nel dettaglio come isolare acusticamente un’abitazione intervenendo sulle pareti, sui pavimenti e sui serramenti.

  • Pareti. In questo caso la migliore soluzione consiste nell’applicazione di pannelli esternamente. Qualora non fosse possibile si andrà ad agire dall’interno con spessori appositi. La scelta delle lastre è un passaggio fondamentale in quanto il materiale dovrà far respirare le pareti evitando la formazione di muffe e umidità. Inoltre, per gli amanti del design consigliamo di scegliere pannelli dalle fantasie più glamour che diano un tocco originale alle stanze.
  • Pavimenti. Per ovviare al rumore del calpestio dei vicini è possibile ricorrere alla tecnica dei pavimenti galleggianti caratterizzati dalla presenza di materiale resiliente come la gomma o il sughero tra il solaio e la soletta di supporto del pavimento. Un altro modo per isolare acusticamente gli ambienti potrebbe essere rivestire il pavimento con la moquette. Questi accorgimenti possono essere seguiti anche nel caso di appartamenti situati sopra a esercizi commerciali.
  • Serramenti. Come nel caso dell’isolamento termico, anche per ridurre l’inquinamento acustico, è necessario intervenire sui serramenti ricorrendo a doppi vetri per le finestre e le portefinestre. Inoltre, ti consigliamo di dotare i tuoi serramenti di guaine per sigillare la chiusura impedendo i rumori provenienti dall’esterno. Per assolvere a questa funzione è possibile utilizzare avvolgibili coibentati.

Isolamento acustico degli impianti

Gli impianti spesso contribuiscono a generare rumore andando ad impattare sul comfort abitativo degli inquilini. Per ridurre l’inquinamento acustico possiamo andare ad applicare alcune misure in via progettuale. Una soluzione può essere l’uso di tubazioni massive e rinforzate prive di gomiti a 90° e rivestite di materiali pesanti.


I miei recapiti:

Sentiti libero di contattarmi per qualsiasi informazione, il preventivo è gratuito e puoi richiederlo online oppure utilizza i recapiti presenti in questa pagina.


Raggiungici: