I lavori di settembre

I lavori di settembre

Il mese di settembre è un po’ come quello di gennaio: un nuovo punto di partenza, con tanti buoni propositi e progetti: iscriversi in palestra, mettersi a dieta, tinteggiare le pareti della camera da letto, cambiare i mobili del soggiorno e così via. A differenza di gennaio, però, settembre rappresenta indubbiamente il periodo migliore per ristrutturare la propria casa, per ragioni climatiche, pratiche e psicologiche. Scopriamo perché.

I lavori di settembre: rinnova la tua casa con ispirazione dopo le vancanze estive

Complici i ricordi delle vacanze, il rientro a casa nel “solito” appartamento porta sempre con se un po’ di tristezza ma anche tanta voglia di cambiamento. E così iniziano i progetti, le nuove idee, magari ispirate al paese straniero che abbiamo visitato, oppure all’arredamento dell’hotel o della casa vacanze.

Uscire per un arco di tempo (più o meno lungo) dalla propria routine e dalla propria casa, infatti, ci rende più lucidi e critici nel momento in cui ci si ritorna con una mentalità più aperta, con tanta voglia di riorganizzare, eliminare il superfluo e quello che non è più di nostro gusto, per far spazio a nuove idee e nuovi elementi, mobili e oggetti magari che abbiamo portato con noi proprio dal nostro viaggio e che ora necessitano di una adeguata collocazione.

Ristrutturare a settembre: i vantaggi psicologici

Settembre rappresenta indubbiamente il periodo migliore per apportare cambiamenti nella propria abitazione, sia che si tratti di fare una ristrutturazione completa della casa che cambiare solamente i tessuti. Essendo reduci da poco dal break estivo, siamo più rilassati ed energici, ed abbiamo tempo di dedicarci anche ai progetti per la casa.

Certo, avere casa sottosopra e operai che smantellano non è mai particolarmente piacevole, ma che dire di quando questi lavori si fanno in pieno inverno oppure prima delle tanto agognate ferie estive? L’estate con le sue alte temperature è sicuramente il momento peggiore per fare dei lavori in casa, sia che si tratti di lavoretti come dare il bianco al recinto in giardino che di grandi ristrutturazioni. Si rischia di compiere scelte superficiali, magari iniziare lavori che poi a causa del periodo devono essere interrotti e rimandare a settembre, magari perché un fornitore non ha modo di far arrivare quel determinato pezzo che abbiamo scelto o perché non ci possono consegnare il nuovo arredo per il living.

I vantaggi dal lato pratico

Esser rientrati da poco dalle vacanze fa sì che ci sentiamo fisicamente (e mentalmente) più riposati e rigenerati, meno stressati e maggiormente predisposti all’impegno che i lavori di ristrutturazione, più o meno consistenti, necessitano. In molte professioni l’attività lavorativa riprende più dolcemente, ragion per cui siamo meno appesantiti dal lavoro e sopraffatti dalla routine dei nostri impegni quotidiani.

I-lavori-di-settembre-3Inoltre, settembre è un ottimo periodo anche da un punto di vista climatico: non fa ancora freddo ma è comunque cessato il caldo torrido, quindi è il momento ideale per eseguire tutti quei tipi di lavori come il cambio degli infissi, costruzione di tettoie e pergolati, sostituzione del pavimento, modifiche strutturali, tinteggiatura delle pareti, lavori all’impianto elettrico o idraulico. Chi ha una seconda casa che sfrutta esclusivamente durante l’estate, deve approfittare ancora di più di questo periodo per fare eventuali lavori.

Prezzi vantaggiosi e maggiore scelta

Oltre a tutte queste suddette ragioni, settembre si rivela essere anche il periodo migliore in cui fare affari: le aziende hanno ripreso le loro attività, sono stati fatti i nuovi ordini e quindi i rifornimenti di materiale e merci. Tanto è vero che chi si trova a scegliere articoli o finiture durante l’estate, spesso si sente dire che dovrà aspettare settembre. Effettuare un ordine prima della chiusura estiva, infatti, può rivelarsi rischioso perché potrebbe essere difficile far combaciare le tempistiche tra produttore, grossista, rivenditore e trasportatori vari.

Ad esempio, se in fase di ristrutturazione tardano ad arrivare le nuove piastrelle della cucina, come si fa a procedere con le altre fasi dei lavori? A settembre, inoltre, per via proprio del riassortimento di nuovi prodotti e ultime collezioni, si possono trovare a prezzi scontati articoli della stagione precedente e fondi di magazzino. Lo stesso discorso vale anche per i prodotti fuori stagione come i condizionatori, le tende estive per i balconi e gli arredi per il giardino. Acquistare il medesimo modello di condizionatore a maggio o a settembre ha una differenza di prezzo notevole, quindi è sempre meglio fare nuovi acquisti a stagione conclusa e tenerli pronti da usare l’estate successiva.

I vantaggi per chi deve eseguire i lavori

Innanzitutto è bene ricordare che, soprattutto quando si tratta di lavori di ristrutturazione, è fondamentale rivolgersi a dei professionisti qualificati che possano offrire un ottimo servizio. A tal proposito è sempre consigliabile sentire più ditte, facendosi fare un preventivo online, prima di decidere a chi conferire l’incarico. Sebbene i professionisti siano in grado di lavorare secondo le scadenze ed è fondamentale stabilire una data di termine dei lavori, il fatto di non avere la fretta di finire obbligatoriamente entro un giorno preciso perché poi ci sono le ferie estive, senza lasciare spazio a eventuali inconvenienti che possono comunque sempre manifestarsi, sicuramente ha un’influenza positiva anche sugli addetti ai lavori.

I-lavori-di-settembre-2

Questi si potranno dedicare con più precisione e dedizione a ogni singolo dettaglio, senza tralasciare piccole imperfezioni o eventuali problemi. Oltretutto, far eseguire i lavori in tempi ristretti e senza possibilità di proroga, sicuramente va a discapito della qualità perché gli inconvenienti possono capitare ed è una variabile di cui bisogna sempre tener conto.

Lavori per gli spazi outdoor

Chi dispone di uno spazio esterno alla casa lo sa bene: settembre è il periodo giusto per prendersene cura, specialmente in vista dell’imminente stagione fredda. Occorre quindi fare tutti quei lavori fondamentali per proteggere gli elementi che potrebbero rovinarsi con il maltempo e le basse temperature: scartavetrare e ridipingere con uno spray protettivo mobili in legno o in ferro, svuotare, pulire e coprire la piscina, mettere al riparo sdraio, poltrone e tutti gli arredi da giardino, riportare in casa le piante che in primavera erano state messe in giardino e che patiscono il freddo.

Chi ha delle piante o un orto, allora dovrà iniziare a preparare il terrreno in vista dell’inverno, estirpare le piante infestanti ed eliminare i fiori secchi, potare le piante, vangare il terreno per arearlo e prepararlo per la semina invernale, nonchè concimare le piante che ne hanno necessità.

Lavori “soft” dentro casa

La ristrutturazione completa di un appartamento è impegnativa e implica tempo, denaro e tanto lavoro. Se si ha voglia di cambiamento ma non si può o non si vuole stravolgere totalmente l’assetto della casa con ristrutturazioni impegnative, sarà sufficiente cambiare il colore ad una o più pareti, magari sostituire quale mobile oppure dargli nuova vita riverniciandolo di un’altra tonalità.

Per rinnovare un po’ l’aspetto e lo styling della nostra abitazione ci si può anche solo dedicare ai tessuti, come fodere del divano e dei cuscini, tende, tappeti, tovaglie, ma anche ad accessori e portaoggetti che conferiscano una certa personalità all’ambiente a seconda dello stile che si preferisce, dall’etnico allo shabby chic, dall’industrial al classico. Infine, settembre è anche il momento del cambio degli armadi, importante in questo caso fare una cernita di quello che non si utilizza più, così da avere più spazio per gli acquisti futuri.

I lavori di settembre ultima modifica: 2017-09-08T11:29:02+00:00 da Ristrutturazione