Chiedere un mutuo per la ristrutturazione della casa e come sceglierlo

Chiedere un mutuo per la ristrutturazione della casa e come sceglierlo

Se stai pensando di ristrutturare casa, molto probabilmente stai valutando le spese che dovrai sostenere e ti stai domandando se ti serva ottenere un mutuo o un prestito per poter procedere con i lavori.

Oggi perciò vogliamo spiegarti quali sono le dinamiche che potresti trovarti di fronte e che cosa è necessario conoscere sul fronte dei finanziamenti quando si affronta la ristrutturazione di un’abitazione.

Preventivi: sempre scritti!

Innanzitutto devi provvedere a raccogliere i preventivi di chi si occuperà della ristrutturazione, affinché sia documentata la spesa reale che devi affrontare.

Ricordati che dovrai presentare il preventivo in forma scritta alla banca a cui ti rivolgerai, per cui è meglio scartare le imprese che non sono disposte a mettere per iscritto il costo da sostenere, e che magari rivelano la vera spesa totale solo a lavori iniziati, puntando invece su professionisti come gli architetti di Ristrutturazione Case.

Mutuo o prestito: quali le differenze?

Una volta in banca, potresti trovarti di fronte a due diverse possibilità, ovvero di dover valutare le differenze tra un prestito e un

mutuo per la ristrutturazione di una casa.

Il mutuo spesso viene concesso per lavori di importo superiore a 30.000 euro e ha il vantaggio di avere un Taeg decisamente inferiore a quello dei prestiti, per cui ti permetterà un esborso a lungo termine molto minore. Potrebbe però coprire solo una parte degli interventi, a volte solo fino all’80% o in percentuale rispetto al valore complessivo della tua casa.

Il prestito può essere conveniente perché non richiede di iscrivere ipoteche sull’immobile ed è un finanziamento che si ottiene in tempi molto più brevi, ma gli interessi sono molto più alti.

Cosa considerare nel richiedere un

mutuo per la ristrutturazione di una casa.

Valuta l’importo che devi richiedere, la durata e il tasso che sarà applicato: non solo il Tan (Tasso Annuo Nominale) ma soprattutto il Taeg (Tasso Annuo Effettivo Globale) che contiene anche spese come quelle di istruttoria. Il mutuo richiederà anche un atto notarile, con la relativa spesa a tuo carico.

Le tempistiche per avere un mutuo o un prestito potrebbero essere molto diverse tra loro e, in caso di mutuo, potrebbero esserti richieste delle garanzie, nonché un mutuo Sal (Stato Avanzamento Lavori) con l’erogazione degli importi solo quando un perito abbia constatato l’aumentato valore dell’immobile.

Valuta infine se sulla tua casa esiste già un mutuo nonché le spese e le penali in caso di estinzione anticipata.

Vuoi un aiuto per orientarti sui lavori da fare nella tua casa e valutare meglio il finanziamento da fare? Contattaci per avere informazioni.

 

Chiedere un mutuo per la ristrutturazione della casa e come sceglierlo ultima modifica: 2018-05-10T09:33:43+00:00 da Ristrutturazione