Bonus ristrutturazioni 2018: tutto quello che devi sapere sulle detrazioni fiscali

Bonus ristrutturazioni 2018: tutto quello che devi sapere sulle detrazioni fiscali

La nuova Legge di Bilancio 2018 ha introdotto importanti novità sui bonus casa per i contribuenti. In quest’articolo troverai tutte le informazioni per ristrutturare casa e godere degli sgravi fiscali grazie al bonus ristrutturazioni 2018. Le più importanti novità previste dal 1° gennaio 2018 sono varie: ci sono nuove detrazione sull’Eco bonus per lavori iniziati a partire dal 1° gennaio 2018. E’ stato introdotto il bonus verde, cioè la detrazione del 36%  (sino a 5000 euro) per chi cura giardini e terrazzi privati.

La proroga della detrazione sulla ristrutturazione del 50%

Per fortuna la tanto attesa conferma della proroga (fino a 96.000 euro di spesa per lavori di ristrutturazione) è avvenuta. Ciò vuol dire che per tutto il 2018 potrai ancora avere notevoli sgravi fiscali. Ma dovrai affrettarti nel prendere la decisione di avviare i lavori.  Infatti, a partire dal 1 gennaio del 2019 il bonus per lavori di ristrutturazione edilizia ritornerà  ad una detrazione Irpef pari al 36%  con un limite di 48.000 euro per le spese sostenute.

Quali sono i lavori su cui è applicabile il

bonus ristrutturazioni case?

Sono riportati nella guida dell’Agenzia delle Entrate,  noi di Ristrutturazione Case vi facilitiamo la vita rendendone meno ostica la lettura:

  1. Lavori di manutenzione ordinaria, straordinaria, restauro, risanamento conservativo e ristrutturazione edilizia. Gli interventi dovranno esser compiuti sulle parti comuni di edifici residenziali, cioè sui condomini.
  2. Lavori di manutenzione straordinaria, restauro e ristrutturazione effettuati su singoli appartamenti o comunque unità di qualsiasi categoria catastale. Es. contesti rurali.

Per fare chiarezza ecco alcuni esempi di manutenzione ordinaria su cui è applicabile il

bonus ristrutturazioni case:

 

  • Interventi di installazione di ascensori e scale per la sicurezza
  • Lavori di miglioramento dei servizi igienici
  • La sostituzione di infissi esterni e di serramenti
  • Il rifacimento o il consolidamento di scale e rampe
  • Molteplici interventi finalizzati al risparmio energetico (consulta l’elenco sulla guida dell’agenzia delle entrate).
  • La recinzione di un’area privata 

Ecco tutte le conferme e le modifiche sulle detrazioni fiscali 2018:

E’ stato confermato l’Eco bonus non più al 65% ma al 50%. Potrai tuttavia risparmiare sulla sostituzione di finestre e infissi e anche per l’installazione delle caldaie (a condensazione e a biomassa). Interessante anche la detrazione se vorrai installare delle schermature solari.

E’ stata inoltre confermata come avevamo annunciato nel blog anche per il 2018, la possibilità di beneficiare del bonus mobili. Potrai avere una detrazione pari al 50% sul tuo arredo ed entro il limite di 10.000 euro. Non male vero? Ricorda che dovrà essere richiesta in dichiarazione dei redditi e saranno ripartite in dieci rate tutte dello stesso importo.

Sino al 31 dicembre 2021 si potrà godere delle detrazioni per lavori di riqualificazione energetica nei condomini (sino al 75% in alcuni casi).

E’ stato giustamente riconfermato il Sisma bonus: sarà valido per lavori effettuati a partire dal 2017 al dicembre 2021. La detrazione (a seconda degli interventi) oscilla dal 70% fino all’85%.

Stai pensando che è il momento di ristrutturare casa? Se hai in progetto di accedere al bonus ristrutturazioni e mobili nel 2018, o vuoi modificare il tuo impianto energetico ci occuperemo di tutto noi.

Chiedi un preventivo gratuito.

Bonus ristrutturazioni 2018: tutto quello che devi sapere sulle detrazioni fiscali ultima modifica: 2018-01-15T14:13:01+00:00 da Ristrutturazione